Ultima modifica: 19 Gennaio 2018
Home > News > Generazione multietnica: allo Jaci il “Festival delle culture del mondo”

Generazione multietnica: allo Jaci il “Festival delle culture del mondo”

da MessinaOra del 20/12/2017
Conoscersi e ri-conoscersi cittadini del mondo. A partire dai banchi di scuola. E’ accaduto all’istituto Jaci dove il dirigente scolastico insieme a tutto il corpo docente ha creato il “festival delle culture del mondo”. L’iniziativa è nata dall’idea che è importante includersi all’interno della scuola, attraverso l’incontro delle varie culture che coesistono in perfetta sintonia. Tutti gli studenti, di varie nazionalità, sono stati i protagonisti insieme alle loro comunità di riferimento interscambiandosi con i loro coetanei italiani.

Il tema di fondo è stato il mare che accomuna popoli che, nella storia, hanno vissuto momenti di tensione ma anche di fratellanza. L’intero pomeriggio ha incluso presentazioni di varie culture come: la rumena, l’ucraina, la russa, la magrebina, la filippina, la srilankese, la polacca, la colombiana, la cinese, l’egiziana. Anche alcuni istituti comprensivi della città ne hanno preso parte quali: Boer-Verona Trento, Manzoni Dina e Clarenza, Battisti-Foscolo, Galatti.

L’evento è stato aperto dagli interventi del Dirigente Scolastico Prof.re Carlo Davoli e del Sindaco Prof.re Renato Accorinti. Entrambi hanno sottolineato il fatto che la città di Messina è crocevia di popoli e culture e che tali iniziative possono e devono essere vissute da tutti in un’atmosfera di dialogo e confronto.

Nello specifico, le professoresse Morasca, Lucchesi e Grieco hanno seguito dettagliatamente tutte le fasi dell’iniziativa. Sono avvenuti due incontri con i rappresentanti delle varie comunità e di comune accordo si è pensato di creare due momenti. Il primo ha visto la presentazione delle peculiarità dei singoli popoli.

A tal proposito fondamentale è stato il supporto dal gruppo musicale di istituto “Blu Oltremare” coadiuvato dal professore Nello Mastroeni. Il secondo momento è stato la degustazione dei prodotti tipici inclusa casa Italia; quest’ultima organizzata da alcuni sponsor e dagli alunni e dalle famiglie dell’istituto. Si è registrata un’ampia partecipazione da parte della cittadinanza e degli studenti delle scuole medie della città che hanno vissuto l’open-day di istituto.

A conclusione della manifestazione il Dirigente Scolastico ha dato appuntamento al prossimo anno per la seconda edizione.